Istat: oltre 6 milioni di poveri assoluti in Italia

Mendicante (GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)
Mendicante (GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)

In Italia è in condizioni di povertà assoluta quasi un italiano su dieci. Il dato sconvolgente viene comunicato oggi dall’Istat, nel rapporto sulla “Povertà in Italia” nel 2013. Nel nostro Paese le persone che vivono in condizioni di povertà relativa sono 10.048.000, pari al 16,6% della popolazione. Di questi, 6.020.000 sono poveri assoluti, persone cioè che non riescono ad acquistare beni e servizi essenziali, che garantiscano loro una vita dignitosa, il 9,9% degli italiani. Si tratta del record dal 2005, anno in cui è iniziata la stima di questo dato da parte dell’Istat, quando i poveri assoluti erano 2.381.000 persone, il 4,1% della popolazione. Nel 2012 i poveri assoluti sono saliti a 4.814.000, l’8% della popolazione, l’aumento è stato dunque di 1 milione e 206mila.

La povertà assoluta colpisce soprattutto il Sud Italia, dove i poveri assoluti sono aumentati di 725mila persone nel giro di un anno, passando dai 2.347.000 del 2012 ai 3.072.000 del 2013.

Per quanto riguarda la povertà relativa in Italia in generale, questa è rimasta sostanzialmente stabile: nel 2012 era al 12,7%, nel 2013 è stata al 12,6%.

Redazione