Appello Ruby. Avvocato Berlusconi: “La ragazza soffre di fantasticherie autistiche”

Ruby (GIUSEPPE ARESU/AFP/Getty Images)
Ruby (GIUSEPPE ARESU/AFP/Getty Images)

Dopo la richiesta di conferma della condanna pronunciata nei confronti di Silvio Berlusconi nell’ambito del caso Ruby da parte del pubblico ministero, oggi al processo d’appello che vede l’ex presidente del Consiglio alla sbarra è stata la volta delle deposizioni della difesa. Nel corso dell’udienza ha coordinato le testimonianze l’avvocato di Berlusconi Filippo Dinacci, il quale ha rilasciato di fronte ai giudici alcune dichiarazioni su Ruby. La ragazza di origini egiziane è stata definita da Dinacci “persona disonesta” la quale avrebbe mentito alle istituzioni e a chi le stava vicino. “Come spiegato anche da psicologi e operatori sentiti in aula – ha continuato il legale riferendosi a Ruby – soffre della tendenza a fantasticherie autistiche”.

Da parte dell’avvocato è inoltre giunta la richiesta di “fare attenzione alla valutazione del contenuto delle sue conversazioni telefoniche intercettate e dei suoi verbali”, perché, ha sostenuto, la ragazza sarebbe soggetta a “manie manipolative”.

Oggi ha avuto inizio anche il processo d’appello Ruby bis, il quale vede imputati Lele Mora, Nicole Minetti ed Emilio Fede. In primo grado Mora e Fede sono stati condannati a una pena detentiva di 7 anni – entrambi per favoreggiamento e induzione alla prostituzione, anche minorile per il manager dei vip, solamente maggiorenne per l’ex direttore del Tg4 – mentre due anni in meno sono stati affidati a Minetti, per il reato di induzione alla prostituzione di maggiorenni.

La prima udienza dell’appello è stata molto breve e si è conclusa con un rinvio dei lavori al periodo successivo alla pausa estiva della magistratura. Per il momento è stato semplicemente stilato il calendario delle prossime tappe: il 25 settembre relazionerà il giudice relatore, il 10 ottobre il sostituto procuratore Piero De Petris effettuerà la requisitoria, il 17 ottobre si potrà difendere Emilio Fede, mentre il 20 ottobre toccherà a Lele Mora e a Nicole Minetti.

 

Redazione online