Pakistan, offensiva dell’esercito contro militanti talebani: oltre 440 ribelli uccisi

Esodo civili in Waziristan- Pakistan (Getty images)
Esodo civili in Waziristan- Pakistan (Getty images)

Prosegue l’offensiva dell’esercito pachistano nel distretto tribale del Nord Waziristan, nel nord ovest del Pakistan, avviata lo scorso 15 giugno dopo il fallimento dei negoziati con i talebani del Tehrik-e-taleban Pakistan (Ttp).

Nel corso di una conferenza stampa, il portavoce dell’esercito, il generale Asim Bajwa ha dichiarato che il bilancio delle vittime è di 447 sospetti terroristi e di 26 soldati, precisando che sono stati bombardamenti sono stati distrutti 88 nascondigli.

Il portavoce ha riferito inoltre che l’80% del capoluogo di Miranshah è ora controllato dall’esercito e che le truppe sono hanno iniziato le operazioni nella vicina Mir Ali.

Tuttavia, come riporta l’Ansa, anche sul fronte dei ribelli vi è una forte resistenza e in un agguato a Fatah Kehl, nei pressi di Mir Ali, sono morti oggi tre soldati e sette militanti.

Ad oggi, l’offensiva ha causato un maxi esodo di quasi un milione di persone.

Redazione