Omicidio Ciro Esposito, procuratore di Roma conferma: De Santis unico indagato

Striscione per Ciro Esposito (getty Images)
Striscione per Ciro Esposito (getty Images)

Il procuratore della Repubblica di Roma Giuseppe Pignatone è intervenuto a smentire seccamente le voci circolate sull’omicidio di Ciro Esposito, il giovane tifoso del Napoli ferito a morte da un colpo di pistola, secondo le quali nel registro degli indagati sarebbero state iscritte altre quattro persone oltre al principale indiziato, Daniele De Santis. Pignatone ha affermato: “Daniele De Santis è l’unico indagato per l’omicidio” del 3 maggio scorso. La sparatoria è avvenuta in viale di Tor di Quinto, nelle 3 ore precedenti la finale di Coppa Italia Napoli – Fiorentina: secondo il procuratore a fare fuoco su Esposito è stato proprio De Santis, un “cane sciolto” della tifoseria romanista vicino a frange di estrema destra che gestiva un chiosco nelle vicinanze di dove il giovane è stato ferito mortalmente.

REDAZIONE