Appalti ai Casalesi, la Dda di Napoli chiede l’arresto di Cesaro, deputato di Fi

Tribunale  di Napoli (AFP/Getty Images)
Tribunale di Napoli (AFP/Getty Images)

La Dda di Napoli ha chiesto oggi l’arresto per Luigi Cesaro, deputato di Forza Italia. Cesaro, ex presidente della Provincia di Napoli, è coinvolto in un’inchiesta su presunte irregolarità nella concessione di appalti del Comune di Lusciano, in provincia di Caserta, a ditte legate al clan dei Casalesi.

Secondo l’accusa, numerosi appalti pubblici del comune del casertano sarebbero stati assegnati in modo illegale a ditte vicine ai Casalesi, estromettendo dalla gara le imprese concorrenti. Le indagini si avvalgono della testimonianza del collaboratore di giustizia Luigi Guida, che per diverso tempo è stato a capo della fazione Bidognetti del noto clan camorristico. Oltre al deputato di Forza Italia, sarebbero coinvolti anche alcuni ex amministratori pubblici, l’ex consigliere regionale della Campania Nicola Ferraro e alcuni fratelli dello stesso Cesaro.

L’inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto di Napoli Giuseppe Borrelli e dai sostituti Antonello Ardituro, Giovanni Conzo, Marco Del Gaudio e Cesare Sirignano. La richiesta di arresto per Cesaro è stata inviata alla Camera dei Deputati

Redazione