Ue: imposte sanzioni economiche per crisi ucraina a vertici servizi segreti russi

Bandiere europee davanti alla sede della Commissione Ue a Bruxelles (Getty Images)
Bandiere europee davanti alla sede della Commissione Ue a Bruxelles (Getty Images)

Secondo alcune fonti diplomatiche comunitarie, l’Unione Europea ha imposto sanzioni economiche ai responsabili dei servizi segreti russi e ad altri membri del Consiglio di Sicurezza russo per il loro coinvolgimento nella crisi ucraina.

La lista dei “sanzionati” vede incrementare a 15 il numero di persone e a 18 le entità, alle quali sono stati congelati i beni ed è stato imposto divieto di visto: nell’elenco figurano il capo dell’Fsb, Nikolay Bortnikov, il responsabile dei servizi segreti Mikhail Fradkov e il presidente ceceno Ramzan Kadyrov, oltre a numerose aziende con sede in Crimea.

Redazione