Stati Uniti: “Non mi soddisfi più a letto”. Spara al marito

Automobile della polizia americana
Automobile della polizia americana

Insoddisfatta del marito a letto. Gli spara. “Mi avevi promesso qualcosa di più eccitante”. Il tutto è accaduto, nella cittadina di Southfield, in Michigan.

Protagonisti di questa tragedia familiare sono una coppia statunitense, la cui incredibile storia è stata raccontata dal canale “10 News” di Tampa.

Sadie Bell, 58 anni, ha freddato il marito nel suo letto, colpendolo allo stomaco, al termine di un rapporto sessuale. La “colpa” del coniuge è soltanto quella di non averla soddisfatta sessualmente, a fronte di “promesse” di una performance da ricordare.

“Interrogata dal magistrato della contea- riporta il giornale.it -, la Bell ha spiegato di aver agito anche in base alla convizione che l’uomo intrattenesse rapporti anche con altre donne: una giustificazione che evidentemente non ha retto, dal momento che la donna ora rischia una pena che potrebbe ammontare sino a dieci anni di detenzione in carcere.”

Paul Walton, vice procuratore ha spiegato ai media americani che Sadie “ha dimostrato, anche in base ai suoi comportamenti passati, di essere incline ad esprimere atteggiamenti violenti anche senza una motivazione esplicita. Una persona mentalmente stabile se ne sarebbe andata se avesse avuto il sospetto di venire tradita – continua Walton – Non avrebbe preso una pistola e aperto il fuoco”

Redazione Online