Renzi: sì a proposta egiziana per Gaza

Matteo Renzi  (Getty images)
Matteo Renzi (Getty images)

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi si è recato in visita oggi al Cairo, dove ha incontrato il presidente egiziano Abdal Fattah Al Sisi. DUrante la conferenza stampa congiunta tra i due, Renzi è intervenuto su uno dei temi in questo momento più delicati della politica internazionale: la crisi a Gaza. Il premier ha espresso il sostegno dell’Italia alla proposta di mediazione egiziana tra israeliani e palestinesi. “L’Italia appoggia la proposta egiziana per la risoluzione della crisi a Gaza. È l’unica possibilità per uscire dalla crisi“, ha detto Renzi, rivolgendo anche un appello per la liberazione del militare israeliano sequestrato ieri nei pressi di Rafah. “Faccio mio l’appello di altri colleghi per l’immediato rilascio del soldato israeliano rapito”, ha detto.

Dal canto suo, il presidente egiziano Al Sisi Ha affermato: “C’è un’identità di vedute tra Italia e Egitto sull’iniziativa egiziana per mettere fine al conflitto a Gaza. Questa è l’unica in grado di apportare una soluzione effettiva e porre fine all’emorragia di sangue palestinese nella Striscia“. “Il tempo è un fattore determinante, è necessario intervenire rapidamente”, ha sottolineato Al Sisi, “perdere tempo in questo momento significa complicare ulteriormente la situazione”.

Altra questione calda è quella della Libia, travolta dai combattimenti tra milizie antagoniste che rischiano di sfociare in una vera e propria guerra civile. Mayteo Renzi ha affermato che sia l’Italia che l’Egitto “condividono il rischio dell’instabilità della Libia e dunque la lotta contro il terrorismo non può che essere portata avanti insieme al governo e al popolo egiziano”. Renzi ha promesso che l’Italia porrà il problema della Libia al centro del prossimo vertice Nato del 4/5 settembre.

Redazione