Renzi: nessuno scambio con Berlusconi

Matteo Renzi (JOHN THYS/AFP/Getty Images)
Matteo Renzi (JOHN THYS/AFP/Getty Images)

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi assicura che non c’è alcun accordo di scambio con Silvio Berlusconi su una “legge ad personam” che gli permetta di ricandidarsi alle prossime elezioni politiche, superando al legge anti-corruzione Severino. Lo dice Renzi in un’intervista pubblicata oggi su Repubblica. Il premier precisa che nel patto del Nazareno concluso con il leader di Forza Italia per portare a compimento il processo di riforma istituzionale del Paese non c’è nulla che non sia stato trasferito agli atti parlamentari, tanto meno non c’è alcun accordo “oscuro”.

Nella stessa intervista, Renzi rassicura sullo stato dell’economia italiana. “La ripresa è debole”, ammette, ma sottolinea: “Non siamo messi male e il prossimo non sarà un autunno caldo. La Troika non arriverà e se mai ci fosse bisogno di una manovra, non imporremo nuove tasse. E comunque rimarremo sotto il 3% nel rapporto deficit/pil”.

Infine, sulle riforme Renzi dice di essere ” sempre pronto al dialogo”, anche la vuole smettere con il “discussionismo”, così come dice basta con i “gufi professori” o con i “gufi indovini”. Il premier è sicuro che il referendum costituzionale confermativo sulle riforme si terrà entro il 2016, ma non la vuole tirare troppo alle lunghe con il dibattito. “Ora si decide”, afferma con decisione.

Redazione