Riforme. Renzi fa appello alla maggioranza; Alfano chiede le preferenze

Angelino Alfano (Getty images)
Angelino Alfano (Getty images)

Il cammino in Parlamento delle riforme istituzionali è tortuoso e lungo, ma il premier Matteo Renzi sembra non volersi perdere d’animo. Nel pomeriggio di oggi, mentre al Senato si continua a lavorare sul ddl presentato dalla ministra Maria Elena Boshi, il presidente del Consiglio ha invitato coloro che hanno aderito al patto per le riforme a rispettare gli accordi.

Renzi ha inviato, in particolare, una missiva ai parlamentari della maggioranza con scritto: “In queste ore i dati negativi sulla crescita non devono portarci alla solita difesa d’ufficio. Dobbiamo avere il coraggio e la voglia di guardare la realtà: l’Italia ha tutto per farcela e per uscire dalla crisi. Ma deve cambiare”.

Intanto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ha chiarito la posizione del Nuovo Centrodestra sul tema della riforma elettorale, una delle questioni calde all’interno del patto per le riforme. Il leader di Ncd ha messo nero su bianco le condizioni necessarie perché il suo partito possa sostenere il provvedimento. Premio di maggioranza, preferenze e abbassamento delle soglie: sono queste le condicio sine qua non poste da Alfano. “Se ci sono nel patto in atto diremo di sì, altrimenti diremo di no”, ha affermato.

 

Redazione online