Usa: gigantesco attacco informatico da gruppo di hacker russi, rubati milioni di dati

Pirata informatico (Getty Images)
Pirata informatico (Getty Images)

Il New York Times ha riportato oggi la notizia di un gigantesco attacco informatico perpetrato da un’organizzazione di hacker russi negli Stati Uniti: il “bottino” sarebbe di circa 1,2 miliardi di username e password rubati e più di 500 milioni di indirizzi mail, oltre ad aver sottratto informazioni a circa 420 mila siti internet, riguardanti società più o meno piccole o singoli utenti.

“Gli hacker non hanno preso di mira solo aziende statunitensi, ma hanno puntato a qualsiasi sito internet a loro accessibile, di grandi società ma anche delle più piccole”, ha spiegato Alex Holden, fondatore e responsabile di Hold Security.

L’aspetto più preoccupante è però la costanza con la quale questi attacchi si ripetono: a dicembre 2013 furono rubati 40 milioni di numeri di carte di credito e 70 milioni di indirizzi e numeri di telefono dal database di Target, mentre ad ottobre un gruppo di hacker che operava dal Vietnam aveva rubato 200 milioni di dati alla società di broker “Court Ventures”.

Redazione