Processo Pistorius verso la conclusione: violenta arringa accusatoria, domani tocca alla difesa

Oscar Pistorius davanti alla Corte a Pretoria (Getty images)
Oscar Pistorius davanti alla Corte a Pretoria (Getty images)

Questa mattina è ripreso a Pretoria il processo ad Oscar Pistorius, l’ex campione paralimpico sudafricano che è accusato di aver ucciso la fidanzata Reeva Steenkamp il giorno di San Valentino dell’anno scorso. E’ toccato prima a Gerrie Nel, procuratore, esporre la sua requisitoria, secondo la quale l’atleta avrebbe volontariamente commesso l’omicidio a seguito di una lite. Domani, o al massimo sabato, sarà invece il turno della difesa, che sosterrà la tesi dell’imputato di aver fatto fuoco accidentalmente contro la fidanzata, convinto che in casa fosse entrato un ladro.

La Bbc ha seguito tutto il processo, che sta giungendo ai capitoli conclusivi, e ha riportato le parole dell’accusa, che ha definito Pistorius un “testimone bugiardo” che ha raccontato alla Corte una “valanga di bugie”. Le parole del procuratore Nel sono state molto dure anche nei confronti degli avvocati difensori dell’atleta, rei di aver presentato due linee di difesa impossibili da “conciliare”: Pistorius “è un pessimo testimone”, che ha esposto una versione “priva della verità. L’accusato è più interessato a difendersi che a dare alla Corte un resoconto attendibile”, ha concluso Nel.

Redazione