Bankitalia: nuovo record del debito pubblico, in 6 mesi cresciuto di quasi 100 miliardi

soldi
Soldi (Getty Images)

Ancora un nuovo, ennesimo, record negativo del debito pubblico italiano, che non arresta la sua ascesa. Oggi la Banca d’Italia ha comunicato il dato di giugno, che vede il nostro debito aumentare di 2 miliardi di euro rispetto a maggio per arrivare a 2.168,4 miliardi, il nuovo massimo storico.

Inoltre Bankitalia segnala che nei primi sei mesi del 2014 il debito pubblico è cresciuto di 99,1 miliardi. Di questa somma, 36,2 miliardi di euro corrispondono al fabbisogno della Pubblica amministrazione, mentre 67,6 miliardi sono l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro, una cifra complessiva ridotta poi di 4,8 miliardi per effetto dell’emissione di titoli sopra la pari, l’apprezzamento dell’euro e la rivalutazione dei BTPi.

La Banca d’Italia ha anche comunicato una riduzione delle entrate per il bilancio dello Stato. A giugno 2014, le entrate tributarie contabilizzate sono state pari a 42,7 miliardi di euro, con una diminuzione di 3,5 miliardi (il 7,7%) rispetto a giugno dello scorso anno. Nei primi sei mesi del 2014 le entrate tributarie sono state di 188,1 miliardi, in calo dello 0,7% ovvero di 1,3 miliardi rispetto ai primi sei mesi del 2013.

Redazione