Il cane che si sacrifica per salvare un bambino dall’annegamento

Lungomare San Benedetto del Tronto (screen shot video youtube)
Lungomare San Benedetto del Tronto (screen shot video youtube)

Una storia triste anche se a lieto fine per un bambino di 5 anni che fortunatamente è stato salvato da un annegamento certo, grazie all’intervento del fedele compagno a quattro zampe della famiglia.

La vicenda è accaduta, domenica 10 agosto, lungo una spiaggia a San Benedetto del Tronto, nelle Marche, dove una famiglia di Salerno stava passando le ferie.

Ad un certo punto, il cane di famiglia, “Birillo”, un meticcio di taglia grande di 7 anni, si è accorto che il bambino, che era sfuggito dal controllo della nonna, stava annaspando nell’acqua a poca distanza dalla riva.
Inizialmente, secondo le testimonianze, il cane ha abbaiato per attirare l’attenzione, ma poi si è tuffato in mare per soccorrere il suo piccolo padrone. Sul posto è subito giunto anche il padre che aveva sentito abbaiare il cane.
Il meticcio, che è riuscito a riportare a riva il bambino, non ce l’ha fatta ed è morto sulla spiaggia.

Un sacrificio che ha commosso la famiglia che ha deciso di cremare Birillo e di conservare le ceneri del piccolo eroe, in una urna.

Redazione