Virus Ebola: Spagna sollecita che l’emergenza virus sia affrontata al vertice Ue

Virus Ebola: Medici Senza Frontiere in Guinea (Foto CELLOU BINANI/AFP/Getty Images)
Virus Ebola: Medici Senza Frontiere in Guinea (Foto CELLOU BINANI/AFP/Getty Images)

L’emergenza sulla diffusione del virus Ebola continua a preoccupare anche i paesi occidentali, tanto che la Spagna ha chiesto di includere l’emergenza sanitaria legata al virus Ebola tra i temi che saranno all’ordine del giorno al consiglio Esteri Ue straordinario, che si riunirà domani a Bruxelles.
Un alto funzionario dell’Ue ha confermato che al termine della riunione potrebbero esserci delle conclusioni su questo argomento.
Proprio in Spagna è recentemente deceduto, il missionario spagnolo di 75 anni, Miguel Pajares, che aveva contratto il virus in Liberia.

Intanto in Africa, l’epidemia non accenna a mollare la presa in Guinea, Serra Leone, Liberia e Nigeria, tanto che il presidente della Guinea, Alpha Condé, ha decretato ieri lo stato di emergenza sanitaria nel suo Paese.

“L’Organizazione mondiale della Sanità (Oms) ha decretato l’emergenza sanitaria mondiale contro il morbo di Ebola. Considerando che la Guinea è firmataria della costituzione dell’Oms, io dichiaro l’emergenza sanitaria nazionale nella Repubblica di Guinea”, viene scritto nella nota presidenziale.

Secondo l’Oms, l’epidemia di Ebola continua a provocare vittime e si sono accertati 128 nuovi casi e 56 morti tra il 10 e l’11 agosto.
In totale, ci sono 1975 casi registrati tra i quali 1069 morti nei quattro paesi africani colpiti, Guinea, Sierra Leone, Liberia e Nigeria.

Redazione