Filippo Magnini (Getty Images)

Filippo Magnini (Getty Images)

Torna oggi a far parlare di se anche per le sue prestazioni sportive, il capitano della Selezione azzurra agli europei di nuoto in corso a Berlino, Filippo Magnini, che è stato il primo a scendere in vasca nelle batterie dei 200 metri stile libero, insieme al neo vicecampione europeo nei 400 sl, Andrea Mitchell D’Arrigo, giovanissimo protagonista di una splendida impresa nella giornata di ieri. Entrambi si sono qualificati per le semifinali senza forzare e torneranno in vasca nel tardo pomeriggio di oggi.

Ieri Filippo Magnini ha preso parte alla staffetta “di bronzo” nella 4X100 stile libero, esattamente come la sua fidanzata Federica Pellegrini ha fatto, conquistato una medaglia di egual valore, con le staffettiste. Ma stamattina un’altra bella sorpresa è arrivata nei 100 rana femminili, dove in batteria la 17enne Arianna Castiglioni ha ottenuto il miglior tempo in assoluto; passa alle semifinali anche Giulia De Ascentis. Passano in semifinale inoltre Federico Turrini, nei 200 misti, oltre a Erika Ferraioli e a Giada Galizi, ripescata, mentre straordinaria performance nelle batterie della staffetta mista 4×100 misti: Christopher Ciccarese, Andrea Toniato, Ilaria Bianchi e Chiara Masini Luccetti sono arrivati primi nella loro batteria, stabilendo il record europeo e lasciando ben sperare per la finale del pomeriggio.

Fantastici anche Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti: entrambi hanno dominato le loro batterie nei 1.500 sl, strappando così rispettivamente il primo e il secondo miglior tempo. Intanto alle 14, Giovanni Tocci si gioca una speranza di medaglia nel trampolino da 1 metro: al momento – dopo le eliminatorie della mattinata – è terzo. Quattro sono gli azzurri già in finale da ieri e che si giocheranno più tardi le proprie chance di medaglia: si tratta di Piero Codia nei 50 m farfalla, quarto tempo in assoluto ieri, Luca Mencarini nei 100 m dorso uomini, Silvia Di Pietro nei 50 m farfalla donne e Carlotta Zofkova nei 200 m dorso donne. Chissà che anche da loro non arrivi qualche piacevole sorpresa.

Redazione online