Morte Foley, il cordoglio di Giorgio Napolitano

Giorgio Napolitano (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
Giorgio Napolitano (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inviato un messaggio di cordoglio al Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, sostenendo di aver “appreso con vero orrore la notizia del barbaro assassinio del giornalista freelance James Foley” e di voler “esprimere, anche a nome del popolo italiano, la più ferma condanna nei confronti di un atto agghiacciante ed esecrabile, che richiama un tenebroso e lontano passato calpestando il supremo valore della vita umana oltrechè violando l’essenziale diritto ad un’informazione libera ed indipendente”.

“Esprimo, con sincera partecipazione e profondo cordoglio, commossa solidarietà all’amico popolo americano ed ai familiari del giornalista, così crudelmente colpiti nei loro affetti più cari”, ha sottolineato nel breve messaggio il Capo dello Stato, le cui parole si uniscono alle decine di messaggi giunti dalla comunità internazionale per denunciare il crimine perpetrato dai miliziani jihadisti ai danni del giornalista americano.

Redazione online