Notte della Taranta, in decine di migliaia al concertone di Melpignano

Mannarino (screenshot Youtube)
Mannarino (screenshot Youtube)

Roberto Vecchioni, Antonella Ruggiero, Mannarino: questi i nomi di punta del panorama musicale italiano che prenderanno parte questa sera alla XVII edizione della Notte della Taranta, il megaevento itinerante, con tappa conclusiva nel piazzale antistante il Chiostro del Convento degli Agostiniani di Melpignano, piccolo centro della Grecia Salentina, che ogni anno raccoglie decine di migliaia di giovani da tutta Italia.

Per Mannarino e l’ex voce dei Matia Bazar, il compito arduo di dare nuova vita a due brani della tradizione popolare salentina, “Santu Paulu” e “Pizzicarella”, mentre il professore si cimenterà ne “La tabaccara” e in una particolarissima versione di “Samarcanda”. Nel proseguio della serata, il cantautore romano tornerà sul palco per proporre la sua “Scetate uagliò”, un brano che si ispira proprio ai ritmi del Mezzogiorno d’Italia, mentre Antonella Ruggiero canterà un brano d’amore, “Damme la manu”.

Attesa anche per i Fratelli Mancuso, colonne portanti della popular e della world music in Sicilia e non solo, e per Bombino, cantante nigerino che ha sdoganato i ritmi dell’Africa Centrale e che a Melpignano proporrà “Lu rusciu te lu mare” e una particolare “Pizzica Tamasheq”. Il maestro concertatore sarà anche quest’anno Stefano Sollima, mentre sul palco si alterneranno tutti i principali elementi della musica popolare salentina, da Claudio Prima e Maria Mazzotta ad Antonio Castrignanò e Alessia Tondo. L’evento sarà trasmesso in diretta su Rai 5, a partire dalle 22.

Redazione online