Boko Haram, conquista un’altra città della Nigeria e proclama il Califfato islamico

nigeria-boko-haram

In Nigeria di aver preso nelle ultime settimane Buni Yadi e Damboa il gruppo jihadista di Boko Haram ha proclamato il ‘califfato islamico’ nella città d Gwoza nello Stato di Borno provocando la fuga di almeno 11 mila persone. “Grazie ad Allah, che ci ha concesso vittoria a Gwoza, e l’ha resa parte del Califfato islamico” afferma il gruppo islamista in un video che mostra una ventina di uomini in abiti civili, sdraiati a terra su una strada e con le mani legate dietro la schiena, giustiziati uno ad uno con un colpo d’arma da fuoco sparato alla testa. Dopo che l’Onu stesso aveva constatato la conquista di Buni Yadi e Damboa da parte degli jihadisti i vescovi nigeriani avevano denunciato un cambiamento di strategia. Proprio come l’Isis in Iraq e in Siria ora Boko Haram dichiara di voler controllare spazi sempre più vasti del territorio nigeriano muovendosi secondo una logica di conquista. E infatti dopo la presa della citta Boko Haram dichiara che “Gwoza non ha più nulla a che vedere con la Nigeria”. Nei giorni scorsi i superstiti in fuga da Buni Yadi riparati nella capitale Damaturu, a 60 chilometri di distanza, avevano parlato di esecuzioni sommarie, saccheggi e posti di blocco da parte degli islamisti. Le autorità nigeriane hanno riferito di continui atti di terrorismo da parte del gruppo islamista con Boko Haram non esita ad utilizzare donne e bambini negli attentati. A fine luglio a Kano seconda città della Nigeria un’attentatrice suicida si è fatta esplodere provocando sei morti. Il giorno prima nello stato di Katsina era stata fermata una bambina di dieci anni che vestiva una cintura imbottita di esplosivo. Attentati sono stati nei compiuti giorni nelle moschee sciite di Potiskum provocando una decina di morti. Come in Iraq i musulmani sciiti sono considerati tra i principali nemici dagli jihadisti di fede sunnita.
E’ di recente diffusione la notizia secondo cui 35 poliziotti nigeriani di un centro d’addestramento sono sconsiderati dispersi nel nordest del Paese dopo un attacco di Boko Haram. Lo ha riferito con un comunicato il portavoce della polizia nazionale Emmanuel Ojukwu. Si teme che gli uomini siano stati sequestrati o addirittura giustiziati e i loro corpi non ancora ritrovati.

Redazione