Spending review, impietosi i primi dati sulle partecipate

Carlo Cottarelli (Stephen Jaffe/IMF via Getty Images)
Carlo Cottarelli (Stephen Jaffe/IMF via Getty Images)

1.424 partecipate da enti locali, vale a dire un quarto di quelle finora analizzate, hanno un rendimento negativo rispetto al capitale investito. A sostenerlo, uno studio del commissario alla Spending Review, Carlo Cottarelli, che ha analizzato, al momento, 5.264 società per le quali sono disponibili i conti del 2012. Hanno partecipato al gruppo di lavoro insieme a Cottarelli, Gianni Cesaroni, Maria Cozzolino, Daniela Marchesi, Gavino Mura, Flavia Terribile e Gabriele Velpi.

Questi, secondo il documento diffuso dal sito governativo contenente dati e studi sulla revisione di spesa, i quattro punti cardine per la riforma delle partecipate: “Circoscrivere il campo di azione delle partecipate entro lo stretto perimetro dei compiti istituzionali dell’ente partecipante, rafforzando quanto previsto in proposito dalla legge finanziaria del 2008; Introdurre vincoli diretti su varie forme di partecipazioni; Fare ampio ricorso alla trasparenza e alla pressione dell’opinione pubblica adeguatamente informata come strumento di controllo; Promuovere l’efficienza delle partecipate che rimarranno operative, incluso attraverso l’uso diffuso dei costi standard, e l’aggregazione tra partecipate che offrono servizi simili per sfruttare al meglio le economie di scala”.

Le tre partecipate con le maggiori perdite sono l’immobiliare Cmv di Venezia (-20,3 milioni), la Fiera di Roma (15,7 milioni), la società di trasporti del Lazio Cotral (-14,9 milioni). A questo link, il documento completo:
http://revisionedellaspesa.gov.it/documenti/Programma_partecipate_locali_master_copy.pdf

Redazione online