Tesoro, nuovo record minimo per i Bot a sei mesi

Titolo di Stato
Titolo di Stato

Il Tesoro ieri ha emesso Ctz a 2 anni per un controvalore di 3 miliardi di euro e a un rendimento lordo dello 0,326%, nuovo record minimo, in netto calo dal precedente 0,428% dell’asta precedente.

Oggi i Bot a sei mesi sono stati collocati per 7,5 miliardi di euro nuovo minimo storico dello 0,136% dal precedente 0,236%.
Domani è il turno dei Btp a 10 anni con scadenza dicembre 2014 per 3,5-4 miliardi e dei Btp a 15 anni con scadenza 1 agosto 2019 per 2-2,5 miliardi e dei Cct – Eu novembre 2019 per 1-1,5 miliardi. I titoli decennali potrebbero essere emessi domani a un ennesimo record minimo, in zona 2,36%, dopo il 2,60% di luglio.

Lo spread BTp-Bund è sceso a 146 punti base, mentre quello tra i Bonos spagnoli e i titoli tedeschi si assesta 119 punti. L’alto livello del nostro debito pubblico e l’assenza di crescita dell’economia italiana stanno dunque allargando il divario tra i BTp e i Bonos. Sulla scadenza a 10 anni, esso si attesta a 27 punti base, in favore della Spagna. Il Tesoro ha già collocato con l’80% dei titoli in programma per l’intero anno, confermando l’altissima capacità di rifinanziamento del nostro debito. Domani sarà completata una tre giorni dal valore complessivo di 18,5 miliardi di euro.

Redazione