Genovese: il tribunale dispone il ritorno in carcere

Francantonio Genovese (screen shot youtube)
Francantonio Genovese (screen shot youtube)

Il deputato del Pd Francantonio Genovese deve tornare in carcere. Lo ha deciso il Tribunale del Riesame di Messina, che ha accolto il ricorso della Procura contro gli arresti domiciliari che erano stati concessi dal Gip al deputato indagato per associazione per delinquere, peculato, truffa e frode fiscale sulla formazione professionale in Sicilia. Il Gip di Messina aveva accolto il ricorso dell’avvocato di Genovese, secondo il quale non sussisteva più il pericolo di reiterazione del reato per giustificare la detenzione cautelare in carcere del deputato Pd.

Il Tribunale del Riesame, però, ha ribaltato la situazione, annullando l’ordinanza del Gip e disponendo la custodia cautelare in carcere per Genovese. L’ordinanza del tribunale non è esecutiva, lo diventerà solo per scadenza dei termini o a seguito di decisione della Corte di Cassazione, alla quale l’avvocato di Genovese farà molto probabilmente ricorso.

Francantonio Genovese si era costituto il 15 maggio scorso nel carcere messinese di Gazzi, dopo che la Camera dei Deputati aveva concesso l’autorizzazione all’arresto nei suoi confronti nell’ambito dell’inchiesta che lo vede coinvolto.

Redazione