Microsoft manda in pensione Msn: dal 31 ottobre cessano i servizi anche in Cina

Il logo Microsoft (Getty Images)
Il logo Microsoft (Getty Images)

In mezzo alla giungla di applicazioni che permettono di comunicare online, molti ricorderanno Msn, che dal 1999 è stato tra i primi programmi a permettere l’instant messaging. A parite dal 31 ottobre, dopo 15 anni, anche in Cina cesserà di esistere il programma di Microsoft, completandone così la dismissione a livello globale. Nel resto del mondo Msn ha smesso di poter essere utilizzabile da aprile 2013, suggerendo ai suoi centinaia di milioni di utenti di passare a Skype, che a sua volta è stata acquisita da Microsoft nel maggio 2011 per 8,5 miliardi di dollari.

La sua nascita, con il nome di Msn Messenger Service, era stata pensata per far concorrenza ad Aim di Aol, acquisendo poi sempre maggiore importanza nei servizi di Windows: dal 2001 il nome è stato cambiato in Msn Messenger, mentre nel 2005 è divenuto Windows Live Messenger ed è entrato a far parte dei servizi web di Windows Live.

Negli ultimi anni, Microsoft non è più riuscita a fronteggiare l’avanzata di altre applicazioni che offrivano modalità e servizi diversi allo scambio di messaggi, come Facebook, Twitter e WhatsApp. A partire dal novembre 2012, dunque, si è cominciato a compiere il trasferimento degli utenti da Msn a Skype, concretizzatosi poi ad aprile 2013, quando in gran parte del mondo è cessato il supporto.

Redazione