Bronzi di Riace, Renzi: “Non ha senso spostarli”. Critiche da Sgarbi e Maroni

Bronzi di Riace (licenza Creative Commons)
Bronzi di Riace (licenza Creative Commons)

Prosegue il dibattito sulla proposta di spostare i Bronzi di Riace dalla Calabria in occasione dell’Expo 2015 del prossimo anno; interpellato sul tema da da Radio Rtl 102.5, il premier Renzi ha sostenuto: “Spostare i bronzi di Riace, da Reggio a Milano non ha senso. Perché spostare i bronzi da Reggio Calabria a Milano quando dovrei portare i visitatori da Milano a Reggio?”. Il presidente del Consiglio ha sostenuto di esser “sempre stato un entusiasta dello spostamento di opere”, ma “un conto è prendere opere italiani e portarle in giro al mondo”. In ogni caso, sulla vicenda “decideranno gli organi competenti”.

“Matteo Renzi fa i capricci sui Bronzi per Expo 2015 Milano. Proprio come i bambini, ha detto bene l’Economist”, è la replica via Twitter che arriva al premier dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, mentre il critico d’arte Vittorio Sgarbi: “Ho sempre avuto simpatia per Renzi, ma mi sembra che questa affermazione sui Bronzi di Riace dimostri che il suo apparente attivismo non porti a nessuna possibilità di rinascita per l’Italia. Anche lui, rispetto ad ogni ipotesi di sviluppo, è frenato dai luoghi comuni dell’immobilismo italiano”.

“Portarli a Milano è la cosa più giusta del mondo e sarebbe vantaggiosa anche per la Calabria che, attraverso i biglietti dei visitatori dell’Expo, ne avrebbe anche un ritorno economico, secondo le mie proiezioni, di 20-30 milioni di euro” – ha aggiunto Sgarbi – “Se questa cosa non la capisce nemmeno Renzi vuol dire che non c’è speranza e che anche lui si bea di luoghi comuni. Quello che mi dispiace è che questa posizione sbagliata alla Tomaso Montanari può influenzare la decisione del ministro Franceschini”.

Di diverso avviso, Antonella Stasi, presidente ad interim della Regione Calabria: “Non può che farci piacere che Renzi sia dell’idea che da sempre la giunta regionale porta avanti. Com’è noto noi ci saremmo messi di traverso di fronte a qualunque ipotesi di trasferimento dei Bronzi da Reggio Calabria”. Plaude alle parole di Renzi anche il candidato alle primarie del centrosinistra per l’elezione del presidente della Regione, Mario Oliverio, che sostiene: “I campanilismi e le gelosie non c’entrano nulla. L’Expo 2015 è nato con l’obiettivo far conoscere a milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo le bellezze di Milano e dell’Italia con pacchetti integrati di viaggio. E’ questa, dunque, un’occasione irripetibile per portare, attraverso incentivi e facilitazioni, i visitatori dell’Expo da Milano in Calabria”.

Intanto, nel mese scorso, sono stati 40.247 i visitatori del Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria, che “ospita” i Bronzi di Riace, ben 24mila in più rispetto a luglio; un successo a livello numerico che ha spinto la sovrintendente ai Beni archeologici della Calabria, Simonetta Bonomi a commentare: “I visitatori dei Bronzi di Riace, quindi, ci sono e non è vero che nessuno venga a Reggio Calabria a vederli”.

Redazione online