Banco Santander: Ana Botin presidente

Ana Patricia Botin figlia del banchiere Emilio Botin e nuovo presidente del Banco Santander (Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images)
Ana Patricia Botin figlia del banchiere Emilio Botin e nuovo presidente del Banco Santander (Juan Manuel Serrano Arce/Getty Images)

Ana Patricia Botin è stata nominata presidente del Banco Santander, banca spagnola tra le più potenti al mondo. La donna, 53 anni, succede al padre Emilio Botin, morto improvvisamente d’infarto l’altra notte. Lo ha deciso il consiglio di amministrazione del Banco Santander, nelle riunione d’urgenza di ieri, convocata a seguito della morte del presidente, alla guida del gruppo dal 1986.

Ana Botin, studi ad Harvard e già consigliera della banca spagnola, oltre che responsabile di Santander nel Regno Unito, appartiene ad una dinastia di banchieri. Suo nonno paterno era stato presidente del Banco Santander, ma è stato il padre Emilio Botin a portare l’istituto ai vertici della finanza spagnola e mondiale, facendolo diventare il maggior gruppo bancario dell’Eurozona per capitalizzazione, con circa 200mila dipendenti e 102 milioni di clienti nel mondo. Santander è anche lo sponsor principale della Ferrari nella Formula 1.

La nomina di Ana Botin a presidente era scontata. La primogenita del presidente scomparso aveva affiancato per anni il padre nella gestione del gruppo bancario. Una nota del Cda della banca è stata definita “la persona ideale per qualità umane e professionali, per la sua esperienza e la sua carriera all’interno del gruppo e per l’unanime riconoscimento a livello nazionale e internazionale”. La neo presidente ha commentato la nomina dicendosi “onorata dell’incarico”. Ana Botin è la prima donna ai vertici di un’importante banca europea.

Redazione