Bankitalia: nuovo record per il debito pubblico italiano

soldi
Soldi (Getty Images)

Inarrestabile l’ascesa del debito pubblico italiano. A luglio di quest’anno, comunica la Banca d’Italia, il debito delle amministrazioni pubbliche ha toccato il nuovo record di 2.168,6 miliardi di euro, in aumento di 0,2 miliardi dal precedente picco massimo di 2.168,4 miliardi a giugno.

Nel bollettino “Finanza Pubblica, fabbisogno e debito” di Bankitalia si legge che nei primi sette mesi del 2014 il debito pubblico italiano è cresciuto di 99,2 miliardi, di cui 32,7 miliardi è stato il fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche, 72,1 miliardi l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro, ridotti di 5,6 miliardi per effetto dell’emissione di titoli sopra la pari, dell’apprezzamento dell’euro e della rivalutazione dei BTPi. Inoltre sul fabbisogno dei primi sette mesi di quest’anno ha inciso anche la somma di 4,5 miliardi di euro di aiuti finanziari ai paesi dell’area dell’euro in difficoltà. Nel luglio del 2013 erano stati versati dall’Italia in aiuti finanziari 8,7 miliardi. In totale, la quota di competenza del nostro Paese per aiuti agli altri Paesi dell’eurozona ha raggiunto a luglio di quest’anno i 60,1 miliardi euro.

Riguardo alle entrate tributarie, a luglio 2014 lo Stato ha riscosso 35,9 miliardi di euro, in aumento di 0,3 miliardi, lo 0,8%, rispetto a luglio 2013. Tuttavia, nei primi sette mesi del 2014 le entrate dello Stato registrano un calo dello 0,5%.

Redazione