Renzi insiste “Gli 80 euro rilanceranno i consumi”. Ed elogia l’Oréal e le multinazionali

Matteo Renzi, presidente del Consiglio italiano (Getty images)
Matteo Renzi, presidente del Consiglio italiano (Getty images)

«Gli 80 euro in busta paga non sono stati una mancia elettorale e nel lungo tempo grazie a questi i consumi aumenteranno». Lo ha affermato il premier Matteo Renzi a Settimo Torinese in visita allo stabilimento L’Oreal “Dobbiamo ridurre il costo del lavoro diminuire il peso della burocrazia e a chi crea posti di lavoro”, Il presidente del Consiglio ha aggiunto: “L’Italia è aperta alle multinazionali. Per anni abbiamo pensato che la globalizzazione fosse nemica dell’Italia invece è amica vogliamo lanciare un messaggio forte e chiaro: l’Italia ha tanta voglia di investire sul domani” ha detto il premier: “Sfido le grandi multinazionali a visitare, investire, innovare nel nostro Paese. Agli imprenditori italiani dico: questo clima di rassegnazione, stanchezza, di litania del ‘non ce la facciamo’ deve finire. Noi siamo qui oggi per dire: un impianto sostenibile ad impatto zero come quello dell’Oreal dimostra che l’Italia non è soltanto un museo”. Il premier ha parlato anche di aziende pubbliche: “Le 8mila aziende municipalizzate italiane sono troppe, dobbiamo ridurle almeno a un ottavo delle attuali. Bisogna riconoscere quando servono e quanto sono il parcheggio per esperienze politiche che non funzionano più”.