Allarme dal G20: “Aumentati i rischi per economia globale”

G20, foto di gruppo (WILLIAM WEST/AFP/Getty Images)
G20, foto di gruppo (WILLIAM WEST/AFP/Getty Images)

“I rischi per l’economia globale sono cresciuti negli ultimi mesi”, questo secondo Bloomberg il contenuto della bozza che uscirà domenica dal vertice del G20 in corso a Cairns, in Australia. Prospettiva più negativa, ineguaglianza nella crescita tra i Paesi, ripresa economica claudicante: queste dovrebbero essere le ammissioni che i Paesi faranno al termine del vertice economico. Intanto dal ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, arriva l’allarme per il rischio di una nuova bolla speculativa.

Di performance economiche “insufficienti” soprattutto “per l’area euro e il Giappone” ha parlato il segretario al Tesoro americano, Jack Lew, chiedendo “più sforzi per la ripresa”. Per il numero uno della Bundesbank, Jens Weidmann, “la politica monetaria non dovrebbe essere caricata di troppe aspettative e non le dovrebbe venire chiesto di fare trucchi che non può fare”.

Rispetto alla situazione italiana, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha spiegato in un’intervista a Bloomberg: “L’economia italiana è ancora in recessione, tecnicamente parlando, a causa della crescita negativa, ma questa sta finendo e ci aspettiamo una crescita positiva a partire dal prossimo anno”.

Redazione online