Siria: oltre 100.000 curdi fuggiti in Turchia

Profughi curdi siriani in Turchia (BULENT KILIC/AFP/Getty Images)
Profughi curdi siriani in Turchia (BULENT KILIC/AFP/Getty Images)

La tragedia infinita del popolo curdo. L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati comunica in queste ore che negli ultimi giorni hanno trovato rifugio in Turchia circa 100.000 profughi curdi in fuga dalla Siria. Dall’Onu fanno sapere che il governo turco ha confermato l’arrivo dei profughi curdo-siriani e che si tratta di 100.000 persone. La Turchia aveva aperto le frontiere venerdì scorso ai civili curdi che scappavano dall’encalve siriana di Kobane/Ayn Arab, assediata dai jihadisti dell’Isis.

Ieri, le autorità turche hanno però deciso di chiudere i valichi di frontiera, dopo che erano scoppiati degli scontri tra forze dell’ordine e manifestanti curdo-turchi. Migliaia di civili che stavano per entrare in Turchia sono così rimasti intrappolati in territorio siriano nei pressi del confine turco.

In giornata il vice premier turco Numan Kurtulmus ha aggiornato la stima sui curdi siriani scappati in Turchia, portandola ad oltre 130.000 profughi.

Redazione