Isis: nuovo appello del giornalista britannico Cantlie. Spunta video con ostaggio francese in Algeria

John Cantlie, nuovo video Isis (screen shot youtube)
John Cantlie, nuovo video Isis (screen shot youtube)

I jihadisti dello Stato Islamico hanno diffuso un nuovo video con il fotografo di guerra britannico John Cantlie, rapito in Siria e in ostaggio da due anni, nel quale appare nuovamente vestito in arancione e dice di essere stato abbandonato dal Regno Unito.
Il video che dura circa sei minuti, riporta in apertura, il titolo “Lend Me Your Ears and Messages From The British Detainee John Cantlie”, che riprende il titolo “Lend me your ears” del primo video pubblicato il 18 settembre, nel quale Cantlie aveva lanciato un appello affinché si parli dello Stato Islamico “senza fare disinformazione”.

Mentre proseguono le operazioni contro l’Isis, con i primi bombardamenti degli Stati Uniti contro postazioni dell’Isis in Siria, è stato pubblicato anche un altro video da parte di un gruppo algerino “Jund al-Khilafa” (I soldati del Califfato) che ha giurato fedeltà all’Isis, nel quale viene rivendicato il rapimento di un francese in Algeria.
Nel video, il gruppo minaccia di uccidere il francese entro 24 ore se la Francia non ferma i raid contro i jihadisti in Iraq.
L’ostaggio è Hervé Pierre Gourdel, una guida alpina di 55 anni, originario di Nizza, che sostiene nel video di essere arrivato in Algeria sabato scorso e di essere stato rapito domenica.
Gourdel, che appare tra degli uomini seduti, armati di kalashnikov e mascherati, ha poi lanciato un messaggio al presidente francese, François Hollande, affinché lo aiuti ad uscire da questa situazione.
La guida secondo quanto riportano i media francesi, aveva affittato un chalet con alcuni amici algerini a Tikjda, nelle vicinanze di Tizi Ouzou e Bouira, a circa 120 chilometri da Algeri e sarebbe stato rapito durante un’escursione di due giorni.
Il rapimento è avvento poco prima della diffusione dell’ultimo messaggio dell’Isis con il quale il gruppo terrorista chiedeva ai jihadisti di tutto il mondo di uccidere “i miscredenti americani e europei, soprattutto uno sporco francese”.
Al momento, il ministero degli esteri francesi ha confermato l’autenticità del video e ha assicurato che mettere tutte le forze in campo per salvare Gourdel: “I servizi dello Stato sono stati miìobilitati e nessuna ipotesi viene scartata. Siamo in contatto permanente con le autorità algerine che hanno assicurato la loto cooperazione e il loro pieno sostegno”, ha scritto in una nota il ministero.
Dal canto suo, il titolare del Quai D’Orsay, Laurent Fabius, ha ribadito che in alcun modo la Francia soccomberà alle minacce.

Redazione