Migranti, la Lega: “Terroristi arrivano da clandestini”. Replica Ncd: “Allarmismo populista”

Barcone carico di migranti  (Getty Images)
Barcone carico di migranti (Getty Images)

“Sono di oggi le notizie di terroristi che sbarcano come clandestini ma poi spariscono nel nulla e di miliardi di euro di Iva sottratti al fisco e finiti ai fondamentalisti islamici. Alfano anziché continuare a dire che la minaccia terrorismo è seria, perché non fa la cosa migliore e più logica? Blocchi immediatamente quella follia di Mare Nostrum e utilizzi l’esercito per difendere le nostre frontiere, invece che per farci invadere!”, a scriverlo su Facebook è il vicepresidente del Senato ed esponente di punta della Lega Nord, Roberto Calderoli.

Sempre su Facebook, prosegue la crociata – a suon di stati del profilo – contro Mare Nostrum da parte del segretario del Carroccio, Matteo Salvini: “Alfano dice che la minaccia del terrorismo islamico è ‘seria’. Infatti oggi a Reggio Calabria sbarcheranno altri 880 clandestini… Se la minaccia è seria, chi ci governa lo è molto meno”. Replica alle accuse il senatore Ncd, Giuseppe Esposito, vicepresidente del Copasir: “Collegare il fenomeno dell’immigrazione ai pericoli del terrorismo è un’autentica boutade. Un allarmismo populista tipico della politica che sta scelleratamente portando avanti la Lega Nord nell’ultimo periodo”.

Questa l’argomentazione del senatore: “I terroristi non viaggerebbero mai su quei barconi sovraffollati di profughi che scappano da guerre e carestie, chi vuole compiere attentati si sposta comodamente in aereo, magari in business class”. Poi conclude: “Come ha più volte ribadito il ministro degli Interni Alfano, l’operazione ‘Mare Nostrum’ è a tempo e sarà presto sostituita, con l’ausilio dell’Ue, dal programma Frontex Plus. Salvini, Calderoli e i leghisti si informino meglio prima di esprimere giudizi su questioni che non conoscono o fingono di non conoscere”.

redazione online