Primarie Emilia Romagna: vince Bonaccini. Affluenza flop

Stefano Bonaccini (screenshot Quotidiano.net)
Strefano Bonaccini (screenshot Quotidiano.net)

Due risultati che sembravano scontati, vista anche l’inchiesta che ha coinvolto diversi membri del partito alla vigilia del voto: il verdetto delle primarie in Emilia Romagna ha consacrato il segretario regionale Pd, Stefano Bonaccini, a candidato del centrosinistra a presidente della Regione; l’affluenza è stata in netto calo rispetto alle parlamentarie del dicembre 2012.

Bonaccini l’ha spuntata col 61% dei voti validi contro il 39% dell’ex sindaco di Forlì Roberto Balzani. Ha commentato il candidato in pectore del Pd, intervistato da Skytg24: “Ovviamente sono molto contento, orgoglioso e onorato di questa responsabilità che mi hanno consegnato gli elettori. Mi ha appena scritto Matteo Renzi e sono stato al telefono un po’ con tutti i nostri dirigenti della regione”. Bonaccini ha aggiunto: “Finalmente ora avremo quasi due mesi per fare una campagna elettorale vera che è quella con gli avversari”.

Preoccupa però il dato sull’astensionismo: appena 58mila persone si sono presentate ieri ai seggi; per fare alcuni raffronti, alle parlamentarie del dicembre 2012 furono 155mila, addirittura 350mila a quelle tra Bersani e Renzi di due settimane prima. Ma a far pensare è il raffronto con gli iscritti al partito in Emilia Romagna: nella regione, il Pd fa infatti oltre 70mila tessere all’anno.

Redazione online