Operazione antidroga in Lombardia, 17 arresti a Lodi

Un'auto della polizia (Foto: FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
Un’auto della polizia (Foto: FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Ancora droga nel mercato della Lombardia, ancora una maxioperazione, con 17 arresti e il sequestro di 100mila euro “abilmente occultati nella fodera del tetto di un autoveicolo e significative quantità di stupefacente”, come scrive in una nota la Polizia di Stato. Gli arrestati sono di origine marocchina, mentre le indagini, partite nel 2013, hanno portato a mettere insieme “gravi elementi indiziari a carico di un gruppo criminale” dedito appunto allo spaccio di eroina, hashish e cocaina.

L’area di spaccio del gruppo criminale era quella della città di Lodi e dei dintorni, con un modo di operare che si era specializzato e affinato nel corso del tempo: continui spostamenti e cambi di utenza, “fidelizzazione” dei clienti, che spesso facevano da palo per indicare eventuali raid delle forze dell’ordine. Alcuni clienti arrivavano addirittura a procacciare la cena per gli spacciatori, quando questi erano impossibilitati per vari motivi.

Luogo dello spaccio era molto spesso un cavalcavia pedonale posto nei pressi della stazione ferroviaria di Lodi.

redazione online