Belgio: s’insedia il nuovo governo con il giuramento a Palazzo Reale

Nuovo governo belga a Palazzo Reale- Bruxelles (Getty images)
Nuovo governo belga a Palazzo Reale- Bruxelles (Getty images)

Lo scorso 7 ottobre i 4 partiti partecipanti alla formazione del nuovo governo federale del Belgio hanno raggiunto un accordo ed eletto il presidente del Reformer Movement, Charles Michel , di 38 anni, come primo ministro del nuovo gabinetto e il più giovane nella storia del Belgio, dal 1841
Il nuovo governo di destra ha giurato “fedeltà” al nuovo re Filippo e “obbedienza alla Costituzione e alle leggi del popolo belga, nel corso di una cerimonia che si è svolta questa mattina al Palazzo reale di Bruxelles.
Tuttavia, è già scoppiata la polemica in quanto solo in 6, il premier Michel e cinque ministri, hanno usato le due lingue federali.
Mentre i tre ministri dello N-VA, i separatisti fiamminghi hanno fatto il segno della ‘V’ con le dita, simbolo dello slogan elettorale per il verandering voor vooruitgang (Cambio per il progresso). Infatti, il neo premier è dovuto scendere a patti con i nazionalisti fiamminghi ai quali sono stati assegnati ben 3 ministeri, quello dell’Interno, della Difesa e dell’Immigrazione.

Per la prima volta da 25 anni, i socialisti sono esclusi dal potere mentre i media criticano invece il fatto che su 18 membri della nuova formazione vi sono solo 4 donne.

Redazione