Legge di stabilità, da Katainen nessun parere negativo

Il Commissario europeo Jyrki Katainen (EMMANUEL DUNAND/AFP/Getty Images)
Il Commissario europeo Jyrki Katainen (EMMANUEL DUNAND/AFP/Getty Images)

Dopo la risposta alla lettera dell’Ue inviata ieri dal ministro Pier Carlo Padoan, arriva oggi il primo via libera alla legge di stabilità proposta dal governo Renzi da parte del commissario Ue agli Affari economici e monetari, Jyrki Katainen, che spiega: “Dopo aver preso in conto le ulteriori informazioni e i miglioramenti comunicatici nei giorni recenti, non vedo immediatamenti casi di ‘non ottemperanza particolarmente seri’ che ci obbligherebbero a considerare un parere negativo a questo punto del processo”.

Oltre all’Italia, erano Francia, Austria, Slovenia e Malta gli altri Paesi europei a rischio; Katainen ha poi spiegato che le valutazioni sulle singole leggi di stabilità verranno fatte intorno a metà novembre, sottolineando però: “Ogni mancanza o rischio sarà chiaramente evidenziata in quel momento. Ogni possibile ulteriore passo sotto le regole del patto di stabilità e di crescita sarà valutato più avanti, tenendo conto delle stime d’autunno della Commissione europea e delle opinioni sui piani di bilancio”.

Si è intanto riunito a Palazzo Chigi alle ore 18.30 il Consiglio dei Ministri, con un solo punto all’ordine del giorno, “Aggiornamento degli obiettivi di finanza pubblica”, ovvero gli aggiustamenti da fare al Def, prima che il nuovo testo passi poi al vaglio dei due rami del Parlamento.

redazione online