Maltempo: massima allerta in Liguria e Toscana

Maltempo (Getty Images)
Maltempo (Getty Images)

Un nuovo avviso di allerta maltempo, concordato con le regioni esposte a rischi, è stato rilasciato dal dipartimento della Protezione Civile, prevedendo “il persistere di precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Toscana – oltre che su Lazio, Sicilia, Calabria e Puglia per le quali l’avviso era già stato emesso ieri”. Dalle prime ore di domani, si legge nel comunicato della Protezione Civile, “è previsto inoltre l’estendersi delle precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Provincia Autonoma Di Trento, su Sardegna, Umbria, Abruzzo, Molise e Campania, in successiva estensione fino alla Basilicata. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento”. Previsti poi “venti di burrasca dai quadranti meridionali su Campania, Calabria, Basilicata e Puglia”.

L’allerta è rossa per oggi e domani su gran parte della Liguria, già messa in ginocchio nelle scorse settimane da un’alluvione, mentre lo sarà solo per la giornata di domani nella Toscana meridionale. La criticità sarà invece arancione e gialla nelle altre zone oggetto dell’avviso di allerta meteo, che escludono per ora solo una parte delle regioni adriatiche. Nelle zone maggiormente colpite dalle precipitazioni delle prossime ore, Edoardo Ferrara, esperto del portale 3bmeteo, evidenzia il “rischio locali allagamenti con punte pluviometriche superiori ai 150-200mm”.

Maltempo fino a venerdì

Il meteorologo descrive anche una situazione complessa fino a giovedì, spiegando: “Maltempo in intensificazione sul Nordest con piogge anche particolarmente abbondanti a ridosso delle Prealpi, con picchi di oltre 100-150mm in meno di 24 ore. Rovesci e temporali in intensificazione anche su Sardegna, Toscana, Lazio, Campania; rischio locali nubifragi con accumuli superiori ai 50mm in poche ore. Piogge talora forti anche tra Sicilia e Calabria, in particolare i versanti ionici”.

Tra giovedì e venerdì, infine, situazione critica anche nel Mezzogiorno: “Rovesci e temporali diffusi marceranno da Sudovest verso Nordest, accompagnati da intensi venti di Scirocco con mareggiate sulle coste esposte e difficoltà nei collegamenti con le Isole Minori. Anche qui rischio nubifragi in particolare su Sicilia, Calabria, Metaponto e Salento”.

 

GM