Salvini senza freni: sdogana Putin e appare nudo su una rivista

Matteo Salvini (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)
Matteo Salvini (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

“Un politico italiano dall’aspetto giovanile suscita polemiche con le sue promesse di rovesciare lo status quo”: qualunque sia il credo politico di ciascun italiano, è difficile non condividere questo ritratto di poche parole con il quale il Financial Times definisce il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, intervistato oggi dal quotidiano britannico, al quale ha scandito chiaramente: “L’Europa di Bruxelles è morta”. Proprio per questo, ha spiegato il leader del Carroccio, “è un bene che gli europei adesso abbiano una scelta in alternativa a Bruxelles”.

Rientrato mediaticamente in Italia, dopo questa piccola parentesi britannica, Salvini ha il tempo di tornare a lodare il presidente russo Vladimir Putin, in un’intervista a ‘Radio anch’io’ che conferma comunque una certa ammirazione politica nei confronti dello ‘zar’: “Fra Putin e Renzi io scelgo Putin. Tutta la vita. Putin lo vorrei domani mattina come presidente del Consiglio”. Contestate quindi le sanzioni alla Russia, “una misura idiota, che ci costerà cinque miliardi di euro”.

Non vi è trasmissione radiofonica o televisiva, quotidiano o settimanale che ormai non ospiti Matteo Salvini, così sempre stamattina il leader del Carroccio parla ad ‘Agorà’, su Raitre, e sostiene la speranza che il suo consenso possa essere meno effimero di quello del Movimento 5 Stelle: “Stiamo crescendo tantissimo ma spero di non commettere gli stessi errori di Grillo, ovvero spero di concretizzare questa crescita”. Speranza che si concretizza in un tentativo che sembra al momento riuscito di travasare il modello leghista al Sud: “Il nuovo partito del sud è già pronto, ci sono 40.000 richieste di adesione ma Roma docet: voglio evitare di fare la ricicleria ed evitare che salti su qualche cavallo poco raccomandabile. Nel nuovo simbolo del partito ci sarà il nome Salvini ma il progetto è lo stesso della Lega Nord, ovviamente rispettando l`identità del sud”.

Immigrazione e campi rom

Dopo aver fatto dimenticare il suo antimeridionalismo, nonostante continuino a impazzare sui social network i video che ritraggono Salvini qualche anno fa a Pontida – birra alla spina in mano – mentre intona cori contro i napoletani, il leader della Lega Nord cerca di ripulire il linguaggio finora usato dal suo partito sul tema dell’immigrazione e fa capire – secondo il proprio punto di vista, ovviamente – qual è il nocciolo della questione: “Se non esistessero i campi rom non ci sarebbe chi ci guadagna”.

Ovvero: “È un anno che diciamo che c’è chi guadagna sulla gestione delle emergenze dei nomadi, dei profughi. Un’immigrazione controllata eviterebbe queste mangiatoie. L’abolizione dei campi rom – in nessun altro paese europeo esistono – eviterebbe la speculazione sulle sofferenze altrui”.

La copertina di ‘Oggi’

Ma a far discutere in queste ore è la copertina del settimanale ‘Oggi’ che ritrae il  leader del Carroccio sempre più in versione pop, “vestito” esclusivamente di una cravatta verde, con un lenzuolo che lo copre appena fin sopra la vita. Il titolo del giornale è eloquente: “Affidereste l’Italia a quest’uomo? Salvini desnudo, 30 domande toste al leader anti-Renzi. E tutte le sue risposte”. All’interno, una lunga intervista in cui il segretario della Lega racconta un po’ del suo privato: “Fan? Solo su Facebook. I messaggi fanno piacere, ma non rispondo. Da giovane prendevo tanti due di picche”.

Le foto di Salvini non hanno lasciato indifferente nessuno, nemmeno il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, che a La7 nel corso della trasmissione condotta da Lilli Gruber, ‘Otto e mezzo’, ha definito gli scatti “imbarazzanti”. Il giovane ministro del governo Renzi, interpellata dalla conduttrice rispetto alla foto che ritrae il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, in compagnia dei suoi vicini di casa, di etnia rom, ha replicato alle critiche rivolte da Salvini: “Sono foto imbarazzanti quelle del leader leghista, se c’è qualcuno che in questo momento non dovrebbe fare commenti sulle foto è proprio lui”.

 

Giuseppe Gabriele Mastroleo