Videomessaggio di Grillo: “Nessuna ritirata, sono più vivo che mai!”

Beppe Grillo (Filippo Monteforte- Getty images)
Beppe Grillo (Filippo Monteforte- Getty images)

C’è chi la definisce la “Leopolda” del Movimento Cinque Stelle e chi invece, come il Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, promotore della giornata d’incontri all’Hotel Villa Ducale, sostiene che sia un evento mirato a riunire il movimento e a superare i dissidi interni, sottolineando che “i nemici sono fuori dal M5S”.

Al di là del messaggio riconciliatore da parte del primo cittadino di Parma, durante la giornata il leader e cofondatore del M5S, Beppe Grillo , lanciando la campagna di raccolte firme per l’uscita dall’euro, pubblica anche un video messaggio nel quale smentisce la sua ritirata: “Ebbene sì! Sono vivo e più vivo che mai, cari amici. Nonostante questo tentativo di seppellimento mio, di Casaleggio, del Movimento 5 Stelle”, commenta Grillo, assicurando che “il MoVimento 5 Stelle è andato avanti. È un movimento complicato, con migliaia di consiglieri comunali e regionali, centinaia di parlamentari, decine di europarlamentari. Non potevo avercelo sulle spalle solo io o Casaleggio, stiamo distribuendo competenze e responsabilità”.

“Ora ce ne sono altri cinque, poi saranno dieci, venti, trenta, quaranta… È l’inizio di una nuova fase straordinaria per il M5S”, ha poi aggiunto il leader pentastellato riferendosi al direttorio nominato e pre annunciando delle novità in futuro per una migliore organizzazione del M5S.

“C’è un ribaltamento della realtà: i morti vogliono seppellire i vivi. I morti come Marino e Renzie vogliono seppellire movimenti della società civile. Non ce la faranno mai. Non ho fatto un passo indietro, ne ho fatto uno avanti!”, ha rilanciato Grillo, sostenendo che “loro cercano di ribaltare la realtà attraverso questi media ormai esangui, che si buttano sulla triste storia di un bambino morto e notizie veramente vergognose, e ci fanno apparire come chissà cosa. Noi ci siamo e siamo ancora più determinati”.
Una sorta di replica a chi insinua che Grillo intende ritirarsi e a chi già pensa a rimuovere “beppegrillo.it” dal logo del Movimento.

“Il 13 dicembre faremo i banchetti per il referendum per uscire dall’euro e io sarò in prima fila al gazebo di Genova”, ha poi annunciato Grillo sul referendum, spiegando che “la situazione ormai è drammatica: ci aspetta o il default e la catastrofe economica o uscire dall’euro, non ci sono altre alternative”.

C.D.