Garante: 1.300 scioperi da gennaio a novembre

Una manifestazione sindacale ( FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
Una manifestazione sindacale ( FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Il presidente della Commissione di Garanzia sugli scioperi, Roberto Alesse, non ci sta e sottolinea che la situazione degli scioperi in Italia è diventata ormai ingestibile, dopo aver ribadito l’illegittimità dello sciopero delle ferrovie di oggi, nell’ambito di quello generale, in quanto concomitante con quello di categoria di domani e domenica. Tre giorni di sciopero consecutivi, che si faranno sentire sugli utenti delle ferrovie. Per questo il Garante aveva ritenuto illegittima l’adesione allo sciopero generale di oggi e il Ministro dei Trasporti Lupi aveva precettato i ferrovieri, scatenando le ire dei sindacati, per ritirare poi l’ordinanza in seguito all’accordo di ridurre l’astensione dal lavoro di un’ora. Alesse però ha avvertito che lo sciopero rimane illegittimo e che l’Autorità valuterà eventuali sanzioni nei confronti dei sindacati.

Intervistato a Radio24, il presidente della Commissione di Garanzia ha affermato che “bisogna fare veramente uno sforzo per cercare di rilanciare un metodo di concertazione finalizzato a raffreddare il conflitto. Altrimenti non se ne esce da questa situazione cronica. Ci vogliamo mettere tutti intorno al tavolo o vogliamo andare avanti così all’infinito? Non possiamo rassegnarci”, ha ammonito. Alesse ha poi indicato che dall’inizio dell’anno a novembre si sono tenuti in Italia circa 1.300 scioperi.

V.B.