Elena Ceste: Il cellulare incastra Michele?

L'esterno della casa di Elena ceste
L’esterno della casa di Elena ceste

Da molte settimane non si avevano più notizie del caso di Elena Ceste, la mamma di Costigliole d’Asti, scomparsa lo scorso gennaio e trovata morta a 800 metri da casa lo scorso 22 ottobre. Da alcune indiscrezioni pubblicate sul settimanale ‘Giallo’ sembra che il marito Michele Buoninconti si trovasse al canale molto prima di quanto lui stesso abbia ammesso.

Delle analisi effettuate dagli investigatori  sul cellulare del pompiere è emerso che il giorno del delitto l’uomo dopo aver accompagnato i figli a scuola, è tornato a casa e pochi minuti dopo si è diretto verso il canale di scolo, quello dove alla fine è stato ritrovato il cadavere di Elena. Non quindi verso le 9, 9.30 come aveva lui stesso ammesso all’amico. Ma addirittura prima.
Alle 8,55 dunque, il telefono di Michele, non aggancerebbe la cella di casa sua bensì quella a nord vicino al canale. L’uomo avrebbe fatto la telefonata alla vicina per chiedere della moglie in prossimità del luogo in cui è stato trovato il corpo.

MD