Milan, spunta un magnate thailandese che sogna di rilevare la società

Bee Taechaubol insieme a Kluivert e Fabio Cannavaro (getty images)
Bee Taechaubol insieme a Kluivert e Fabio Cannavaro (getty images)

La notizia è di quelle clamorose ed è da prendere con le pinze, ma non è nemmeno da snobbare del tutto, visto quello che era accaduto con Erick Thohir circa un anno fa. Parliamo di un possibile acquirente dell’AC Milan che arriva sempre dall’Asia e che risponde al nome di Bee Taechaubol, un quarantenne che fa parte di una ricca famiglia thailandese, capace di investire 1,2 miliardi di dollari in progetti residenziali, industriali e commerciali in Thailandia e Australia.

Mr. B, questo il suo nomignolo, è Ceo di Thai Prime, che si occupa di private equity, cioè dell’acquisto di pezzi di aziende non quotate in borsa, come riporta Sky Sport, che per prima ha rilanciato la notizia. Da qualche tempo questa società ha sponsorizzato la Gls, Global Legend Series, una serie di partite giocate da ex campioni del mondo del calcio capitanate dal nostro Fabio Cannavaro, ora allenatore del Guangzhou Evergrande. Finora sono state fatte delle partite-esibizione a Bangkok, Singapore, Kuala Lumpur e Shanghai e in campo sono scesi giocatori come Figo, Owen, Scholes, Deco, Shevchenko, Kluivert, Nesta, Seedorf e non solo.

In una di queste tappe, Bee Taechaubol si è lasciato scappare questa frase: ”Mi piacerebbe comprare il Milan, ma chiedono 900 milioni. A quella cifra non posso arrivare, però….”. Parole lasciate in sospeso che fanno capire come il thailandese ci proverà, anche se finora non esiste nemmeno un accenno di trattativa. Mr. B ha poi proseguito con gli indizi: ”Ora facciamo finire questo tour di partite, e poi mi concentro. Mi piacerebbe investire nel calcio italiano. Mi piacerebbe il Milan”. Insomma, l’idea c’è, ora bisognerà capire se questo suo sogno si potrà tramutare in realtà. E chissà che le due squadre di Milano non potranno entrambe essere presiedute da due investitori asiatici.

Marco Orrù