Ylenia Carrisi: dichiarata la morte presunta dal tribunale di Brindisi

Ylenia Carrisi, Albano Carrisi e Romina Power
Ylenia Carrisi, Albano Carrisi e Romina Power

 

Il Tribunale di Brindisi ha pubblicato la sentenza con la quale si dichiara la morte presunta di Ylenia Carrisi, figlia maggiore di Al Bano e Romina Power scomparsa a New Orleans il 31 dicembre 1994 . La richiesta era stata presentata dal padre a novembre del 2012. Nessuno ha nel frattempo risposto all’invito “a chiunque abbia notizie a farle pervenire entro sei mesi dall’ultima pubblicazione”. La sentenza è del primo dicembre scorso ma la notizia non era stata diffusa. “E’ un atto dovuto, ce lo chiede lo Stato per una serie di ragioni e noi lo abbiamo fatto” ha spiegato all’ANSA Al Bano Carrisi

 

Si chiude così, da un punto di vista giuridico, un caso che è rimasto avvolto del mistero per vent’anni. Nel giugno del 2011 era stata diffusa la notizia su un settimanale tedesco della presunta riapertura delle indagini e di una tesi secondo cui la donna si trovasse in realtà in convento. L’unica testimonianza utile alla polizia americana fu quella del guardiano dell’Acquario Comunale di New Orleans raccontò di aver visto una donna che rispecchiava l’identikit di Ylenia buttarsi nel fiume Mississippi. Nessun corpo fu mai ritrovato.

 

 

MD