Renzi: noi al lavoro, ma non il 31 dicembre

Matteo Renzi (Franco Origlia/Getty Images)
Matteo Renzi (Franco Origlia/Getty Images)

Dopo la pausa natalizia, il premier Matteo Renzi è tornato a scrivere su twitter: “#24dic: svolta su Taranto, lavoro, delega fiscale, INPS mentre si chiudevano vertenze Termini Imerese e Meridiana #lavoltabuona #nonsimolla“. Così il Presidente del Consiglio, rivendicando i meriti dell’operato del suo governo e in particolare dell’ultimo Consiglio dei Ministri, che ha approvato i primi decreti attuativi sul Jobs Act, la nomina dell’Economista Tito Boeri a presidente Inps e il decreto per l’Ilva di Taranto. Mentre nelle stesse ore si stavano chiudendo le vertenze sindacali sullo stabilimento ex Fiat di Termini Imerese e sulla compagnia aerea Meridiana.

Renzi ha risposto anche ad alcuni tweet dei suoi “seguaci”: “Andiamo avanti a testa alta”, ha risposto, assicurando il proprio impegno sull’Ilva di Taranto; mentre ad un lettore che lo incoraggiava criticando i detrattori ha detto: “Si arrenderanno all’improvviso, quando non potranno più negare la realtà. Per adesso, noi, al lavoro!“. Sull’Ilva di Taranto, il premier ha assicurato che “il progetto è serio ed è un progetto Taranto (cultura, porto, bonifiche, ospedale). Non solo ILVA”, ovvero che il decreto è per tutta la città e la sua riqualificazione e non solo per lo stabilimento dell’Ilva. Riguardo alle legge elettorale, Renzi ha ha promesso che è in dirittura di arrivo: “Arriva, arriva – ha twittato -. A gennaio siamo in seconda lettura al Senato, ormai ci siamo anche lì”.

Infine ad un utente che chiedeva al premier se ci fosse una riunione del Consiglio dei Ministri anche per il 31 dicembre, giorno di San Silvestro, Renzi ha risposto ironicamente: “No, mi pare che abbiamo già dato la vigilia di Natale :-)”, con tanto di faccina sorridente.

V.B.