Loris Stival (foto Ansa)

Loris Stival (foto Ansa)

Proseguono serratissime le indagini sull’omicidio del piccolo Loris Stival, il bimbo di otto anni ucciso la mattina del 29 novembre a Santa Croce di Camerina, nel ragusano.
Oggi un nuovo tassello potrebbe segnare la svolta e potrebbe compromettere la situazione di Veronica Panarello, l’unica accusata di questa intricata vicenda.

Si tratta infatti della testimonianza della vicina di casa degli Stival . Interrogata dagli investigatori, secondo quanto scrive in esclusiva il settimanale Giallo, la donna sostiene di aver visto Veronica fare le pulizie in casa e poi stendere il bucato, tra cui pantaloni e slip che potrebbero essere del piccolo Loris. La vicina di casa non ricorda con esattezza l’orario in cui ha visto la signora Stival stendere i vestiti, ma ha detto che “sicuramente è successo dopo le nove”.

MD