Parma, caos totale: tutta la squadra mette in mora il club!

Parma (getty images)
Parma (getty images)

Il caos Parma non accenna a finire con la messa in mora del club da parte di Antonio Cassano e la sua successiva risoluzione del contratto. Praticamente tutta la squadra, a cominciare da Francesco Lodi, prossimo anche lui a lasciare i gialloblu, ha deciso di aspettare il prossimo 16 febbraio, termine ultimo per il pagamento degli stipendi (pena altri punti di penalizzazione in classifica) e se non avverrà nulla ci sarà la messa in mora di tutta la squadra verso la nuova società, che ancora non ha provveduto al pagamento degli emolumenti da inizio stagione.

Una situazione gravissima che rischierebbe addirittura di far sparire il Parma Calcio non solo dalla Serie A ma dall’intero panorama calcistico italiano. La Dastraso Holding, proprietaria del club, dovrà versare 18 milioni per scongiurare azioni di rivalsa dei suoi tesserati e dipendenti nonché la penalizzazione di almeno altri 2 punti in classifica che seguirebbe il -1 già comminato a inizio dicembre. Il problema è che della dirigenza nessuno si palesa: il giovane Presidente Kodra, visto domenica sulle tribune del Tardini, non parla, il Dg Leonardi è stato male recentemente e tuttora è in convalescenza e il Patron Taçi ancora non si è mai visto.

Intanto gli uomini di Donadoni, dopo la bella prova in Coppa Italia contro la Juventus, si preparano alla trasferta di San Siro contro il Milan, un’altra ultima spiaggia per una squadra che sta tristemente scivolando verso la retrocessione dopo la splendida stagione scorsa, culminata con la qualificazione all’Europa League.

M.O.