Stragi di Parigi, una donna nel nuovo video Isis

Hayat Boumeddiene e Amedy Coulibaly
Hayat Boumeddiene e il defunto marito Amedy Coulibaly (Getty Images)

Hayat Boumeddiene è la donna più ricercata di Francia. Finora, la sua sorte era un mistero. Adesso, forse, la terrorista è stata rintracciata in un nuovo video di propaganda dell’Isis. Boumeddiene è la vedova di Amedy Coulibaly, l’attentatore che uccise quattro persone in un supermercato kosher a Parigi lo scorso 9 gennaio, prima di essere a sua volta ucciso dalla polizia. Il fatto avvenne soli due giorni dopo la strage alla redazione del settimanale Charlie Hebdo. Le autorità di Parigi avrebbero riconosciuto la donna in un nuovo video dello Stato Islamico circolato sul web, intitolato “Blow up France 2”, dove appare in mezzo a un gruppo di guerriglieri col passamontagna che inneggiano a nuovi attentati. Anche Boumeddiene appare con il volto coperto, indossa una tuta mimetica e imbraccia un fucile kalashnikov. Conferme ufficiali sulla sua identità non ce ne sono ancora, ma le incertezze dell’intelligence francese sembrano davvero poche. Le ultime immagini della donna erano state quelle riprese dalle telecamere a circuito chiuso dell’aeroporto Sabiha-Gken di Istanbul che la ritraevano in compagnia di un uomo con lo zaino e la barba e i capelli lunghi legati. Dalle indagini risulta con certezza, ormai, che Boumeddiene raggiunse la Turchia da Madrid, dove si trovava col marito Amedy Coulibaly fino a pochi giorni prima dell’attentato al supermercato ebraico. I due poi si separarono, con l’uomo che rientrò in Francia per attuare il suo piano criminale.

CM