Inps: Tito Boeri nuovo presidente, approvata la nomina

Tito Boeri (Pierre Teyssot/AFP/Getty Images)
Tito Boeri (Pierre Teyssot/AFP/Getty Images)

È ufficiale, Tito Boeri è il nuovo presidente dell’Inps. La nomina, che era contenuta nel decreto del governo dello scorso 24 dicembre, è stata ratificata oggi dal Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro del Lavoro Giuliano Poletti e dopo il via libera delle Commissioni parlamentari competenti. La notizia dell’ufficializzazione della nomina è stata diffusa da palazzo Chigi.

Tito Boeri arriva alla guida dell’Inps dopo la breve commissariale di Tiziano Treu, seguita alle dimissioni di Antonio Mastrapasqua, il 1° febbraio del 2014. Mastrapasqua ha guidato l’Inps per sei anni. Boeri è nato a Milano il 3 agosto 1958, hab un dottorato in Economia alla New York University, per 10 anni è stato senior economist all’Ocse, quindi è stato consulente del Fondo Monetario Internazionale, della Banca Mondiale, della Commissione Europea e dell’Ufficio Internazionale del Lavoro. È professore ordinario all’Università Bocconi, dove è stato dal 2012 al 2014 prorettore alla Ricerca, e Centennial Professor alla London School of Economics, è anche direttore della Fondazione Rodolfo Debenedetti e responsabile scientifico del Festival dell’economia di Trento. Ha fondato lavoce.info, rivista online di economia italiana e internazionale. Collabora con il quotidiano Repubblica. Il fratello Stefano Boeri, architetto e urbanista, è stato assessore alla Cultura del Comune di Milano nella giunta Pisapia fino a marzo 2013.

V.B.