Eurogruppo, Schaeuble: non credo prenderemo decisioni sulla Grecia

Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble (EMMANUEL DUNAND/AFP/Getty Images)
Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble (EMMANUEL DUNAND/AFP/Getty Images)

Non si apre sotto i migliori auspici la riunione dell’Eurogruppo di oggi, che dovrebbe decidere le sorti del debito della Grecia, in quella che è una difficile trattativa. Dopo i segnali di ottimismo delle ultime ore, arriva infatti la gelata del Ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, che ha espresso il suo scetticismo sulle possibilità di raggiungere un accordo sul debito greco oggi. E’ quanto il ministro tedesco ha dichiarato in un’intervista radiofonica a Deutschlandradio. Schaeuble comunque ha precisato di non volere che la Grecia esca dall’euro, tornando però a ripetere che il governo di Atene deve rispettare gli impegni.

“Mi spiace per i greci – ha continuato Schaeuble – hanno eletto un governo che al momento si sta comportando in maniera irresponsabile e mi sembra che per questo nuovo esecutivo sia tutto una grande mano di poker”. Sulla permanenza di Atene nell’euro Schaeuble ha detto chiaramente che spetta al ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis prendere una decisione. Uomo avvisato, mezzo salvato.

Di diverso avviso il commissario europeo agli Affari economici e finanziari, Pierre Moscovici, che prima della riunione dell’Eurogruppo ha detto: “C’è la volontà di concludere questa sera in modo positivo“. “Cerchiamo un buon accordo, che prenda in considerazione le scelte degli elettori greci ma anche gli impegni presi dal governo”, ha spiegato Moscovici, che anche nei giorni precedenti aveva manifestato ottimismo sulla risoluzione della questione del debito greco.

V.B.