Isis, nuovi video di bambini addestrati alle decapitazioni

La bandiera dello Stato Islamico (JM Lopez/Getty Images)

Nuovi video choc dell’Isis con protagonisti bambini cooptati alla jihad islamica. I filmati diffusi dai militanti del Califfato islamico mostrano l’addestramento riservato a bambini in mimetica dai 5 anni in su, i potenziali terroristi del futuro. I ragazzini, in file da dieci, con intorno al capo la fascia nera dell’Isis, obbediscono ai comandi di un istruttore e rispondono all’unisono alle domande. Pregano e vengono addestrati all’ideologia terrorista. Secondo le informazioni trapelate, ai bambini viene fatto un vero e proprio “lavaggio del cervello”: i bambini vengono introdotti all’uso delle armi e si allenano a tagliare teste alle bambole per farlo più tardi agli esseri umani. Il primo video sarebbe stato realizzato dal centro di produzione Al Hayat del Califfato, mostra il campo di addestramento Al Faruk Institute, creato vicino a Raqqa in Siria: oltre a simulare le decapitazioni, i ragazzi sono ritratti mentre si esercitano a sparare e nel combattimento corpo a corpo. Nel secondo video, realizzato in Yemen, viene “rimessa in scena” l’esecuzione dei 21 egiziani copti recentemente uccisi in Libia. Degli adolescenti recitano la parte dei boia, mentre alcuni bambini inginocchiati interpretano le vittime egiziane. Negli ultimi fotogrammi, dopo la simulazione del taglio della gola, i ragazzi lanciano proclami jihadisti nello stile di Jihadi John. E’ questa la nuova frontiera della terribile propaganda su internet dello Stato Islamico.

CM