Ecco come finirà il mondo!

apocalisse
apocalisse (pixabay)

La fine del mondo è una delle cose che ci spaventa e nello stesso tempo ci affascina maggiormente. Ma come potrebbe finire l’esistenza sul nostro pianeta e la vita del pianeta stesso? Un astronomo ex presidente della Royal Society, Martin Rees, il fisico matematico di fama mondiale, Stephen Hawking, uno scienziato Robert May) un filosofo Huw Price) un economista Partha Dasgupta e un genetista George Church potrebbero essere i nostri supereroi pronti a salvare il mondo. L’obiettivo del Cambridge Centre for the Study of Existential Risk (Cser), è quello di creare un progetto, che ha riunito 27 fra le più brillanti menti accademiche di Oxford, Imperial College, Harvard e Berkeley, con lo scopo di stilare un elenco stile «giorno del giudizio» degli eventi catastrofici che potrebbero rappresentare una minaccia per l’umanità, nonché portare all’estinzione della stessa.

L’elenco dei disastri è da paura! Ma vediamo nel dettaglio cosa ci viene detto: «Anche se il pericolo di un annientamento nucleare o di un gigantesco asteroide è concreto, siamo convinti che le principali minacce per l’uomo arrivino da lui stesso piuttosto che dalla natura», ha spiegato Lord Rees al British Science Festival all’Università di Newcastle, «e che nei prossimi decenni si potrebbero perciò profilare eventi all’apparenza poco probabili, ma dagli effetti catastrofici. Ecco perché abbiamo deciso di dare vita a questo progetto, nato con l’intento di stilare un registro il più possibile completo dei rischi esistenziali che sta correndo il mondo moderno e al tempo stesso lavorare per trovare il modo di respingere le minacce più credibili e garantire così la sopravvivenza del genere umano».

Insomma, sembrerebbe la tecnologia, nonché la crescente dipendenza dell’umanità dalla stessa, a preoccupare maggiormente gli studiosi. «Gli asteroidi che s’infrangono sulla Terra sono una minaccia reale», ha confermato lo statistico David Spiegelhalter, un altro dei 27, «ma nella realtà c’è ben poco che possiamo fare per prevenire un simile evento. Quello di cui invece siamo poco consapevoli sono i pericoli derivanti dalla tecnologia. Oggi infatti usiamo sistemi interconnessi per qualunque cosa e questo rende la nostra società più vulnerabile nel caso in cui tali sistemi funzionino male o vengano sabotati per scopi terroristici».

Preparatevi a leggere i possibili scenari:
1 – tecnologia intelligente: I computer potrebbero sviluppare una mente propria e usare così le risorse per i propri scopi, a spese dei bisogni dell’umanità
2 – attacchi informatici: il mondo moderno è basato e si gestisce grazie a un sistema d’interconnessioni e se queste dovessero collassare a causa di un attacco terroristico, la paralisi sarebbe totale
3 – bioterrorismo: se un supervirus o un batterio per il quale non c’è antidoto sfuggisse al controllo di un laboratorio o venisse rilasciato dai terroristi porterebbe morte in tutto il pianeta.
4 –Sabotaggio alimentare: oggi non si tende più a fare scorte di cibo e se ci fossero problemi alle reti che controllano la distribuzione degli alimenti, scoppierebbero tumulti nel giro di 48 ore
5 – condizioni climatiche: la Terra sta continuando a riscaldarsi e gli esperti temono che presto si arriverà al punto di non ritorno, con conseguenze facilmente immaginabili e catastrofiche
6 – pandemie: i viaggi aerei sempre più frequenti rischiano di scatenare una rapida diffusione di nuovi virus-killer, mutati dagli animali, che possono spazzare via milioni di persone prima che venga scoperto un vaccino per fermarli
7 – guerra: la crescita demografica ha messo in pericolo le risorse di cibo e acqua e così nei prossimi decenni le nazioni andranno in guerra per difenderle o conquistarle
8 – apocalisse nucleare: le nazioni che dispongono della bomba atomica lanciano attacchi mirati, che possono comportare milioni di perdite umane. Un altro pericolo è rappresentato dal fatto che le testate nucleari possano finire nelle mani di terroristi
9 – impatto di un asteroide: un gigantesco asteroide è ritenuto responsabile dell’estinzione dei dinosauri sulla Terra e anche il genere umano potrebbe fare la stessa fine.

Pronti per la fine del mondo?

Giovanni Remigare